PARMA

Temperature estive elevate, Cia Emilia Romagna chiede attivazione delle procedure per ottenere il riconoscimento di calamità naturale

siccita

BOLOGNA – Attivare le procedure necessarie per ottenere il riconoscimento della calamità naturale per le eccezionali temperature per nel periodo giugno, luglio e inizio agosto di quest’anno dell’intero territorio regionale.
È ciò che chiede Cia – Agricoltori Italiani dell’Emilia Romagna all’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi.

Continua a leggere

Per contrastare fitopatie e progettare opere irrigue la Regione mette in campo 5,7 milioni di euro

risorse per l'agricoltura dalla regione

BOLOGNA – Risorse aggiuntive per 5,7 milioni di euro a favore del comparto agricolo emiliano-romagnolo.
Lo comunica la Regione Emilia Romagna sottolineando che i fondi, tutte risorse del bilancio regionale, andranno a sostenere la ricerca per il contrasto alle fitopatie e agli effetti del cambiamento climatico, la progettazione di infrastrutture irrigue per realizzare le opere di bonifica necessarie al territorio nonché una riduzione del costo del gasolio per le barche da pesca.

Continua a leggere

Il pomodoro da industria centra gli obiet tivi produttivi ma fa i conti con i rincari energetici che azzerano i prezzi contrattati con l’industria

Claudio Ferri

La calda estate sembra non aver compromesso la produzione di pomodoro da industria nel Distretto del nord che, nel cuore della campagna, evidenzia tratti interessanti dal punto di vista dei volumi e della qualità. In tutto il Distretto le superfici investite sono state di 37 mila ettari, con una flessione del 4% rispetto al 2021.

Continua a leggere

Food farm 4.0: dove la materia prima diventa un prodotto finito

FOOD-FARM-4.0

Cristian Calestani

PARMA – Poter conferire pomodori, frutta, grano e latte e vederli trasformati in un prodotto finito, con un proprio marchio o quello, già di successo, di “Bontà di Parma”. È la grande opportunità che offre Food Farm 4.0, il primo laboratorio territoriale per l’occupabilità in Italia strutturato come un’azienda agroalimentare 4.0 ed oggetto di un’interessante visita da parte di un folto ed interessato gruppo di giovani imprenditori agricoli soci di Cia, Confagricoltura e Coldiretti di Parma con la presenza anche del presidente di Cia Parma, Simone Basili.

Continua a leggere

Simone Basili confermato alla guida di Cia Parma

Simone-Basili

PARMA – “Le parole chiave del futuro dell’agricoltura sono cibo, ambiente e clima. Il Covid e la crisi Russia-Ucraina hanno reso ancor più evidente quanto sia fondamentale il ruolo degli agricoltori per garantire cibo a tutti”. 

Continua a leggere

Il pomodoro da industria brilla nel Distretto del nord

Raccolta pomodoro

Il presidente di Asipo, Pier Luigi Arata, definisce l’annata eccezionale “ma con prospettive povere”

PARMA – “Quest’anno il pomodoro è stato più rosso del solito. Nessun fraintendimento, sia chiaro, il colore brillante fa rima con l’annata che sarà ricordata perché qualità e volumi prodotti sono stati al di sopra delle aspettative. La logistica ha funzionato bene ed anche nei conferimenti non ci sono state ‘sbavature’”.

leggi tutto

Per fare impresa in montagna servono investimenti graduali

TERENZO (Parma) – Dalla stalla del nonno Pietro Magri, una quindicina di vacche di fianco a casa per il sostentamento per lo più familiare, ad una realtà ben più strutturata come quella di oggi, portata avanti dai nipoti Ivan (38 anni, in foto con la figlia Giulia) e Thomas (31) che gestiscono 230 capi in totale, di cui 96 in mungitura, tra le colline e i monti in località La Selva a Terenzo, sull’Appennino parmense.

leggi tutto

Vendemmia nel parmense: più qualità che quantità

Cristian Calestani

Sala Baganza (Parma) – Le uve bianche colpite dalle gelate primaverili, quelle rosse messe a dura prova dalle condizioni climatiche a causa dell’assenza di piogge. Non è stata una vendemmia facile, sino ad oggi, ma ora l’auspicio è che si possa recuperare il terreno perso con un vino di alta qualità, come capita in genere in annate come queste.

Continua a leggere

Campagna pomodoro, evitare concentrazioni nei conferimenti

pomodoro

Cristian Calestani

PARMA – “Sarà fondamentale gestire nel migliore dei modi l’inizio della campagna anticipando, fin dove possibile, le operazioni di raccolta in modo tale da evitare il rischio di una concentrazione di prodotto intorno al 20 di agosto”. È questo il punto focale della prossima campagna del pomodoro da industria nel Nord Italia secondo Davide Previati, tecnico dell’Op Asipo. 

Continua a leggere

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat