Proroga versamento dell’IVA

Il Decreto Rilancio (d.l. n. 34/2020) ha prorogato al 16 settembre 2020 il termine per il versamento del saldo IVA a debito per l’anno di imposta 2019. Il versamento può avvenire in un’unica soluzione oppure in n. 4 rate mensili di pari importo (la prima con scadenza 16.09.2020). Si ricorda che una prima proroga era già stata prevista dal Decreto Cura Italia (d.l. n. 18/2020), che aveva fissato al 1 giugno 2020 il termine ultimo per il versamento.

Continua a leggere

Spese per la sanificazione: credito d’imposta del 60%

Il Decreto Rilancio prevede il riconoscimento di un credito di imposta pari al 60% delle spese sostenute nel 2020 per la sanificazione degli ambienti di lavoro e delle attrezzature utilizzate, nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi idonei a garantire la salute dei lavoratori e dei clienti.

Continua a leggere

Registratori di cassa: trasmissione corrispettivi

L’Agenzia delle Entrate ha previsto una procedura sostitutiva per la registrazione e la trasmissione dei corrispettivi incassati in caso di malfunzionamento dei registratori telematici. Il mancato rispetto della procedura sostitutiva – nei termini previsti – può comportate l’applicazione di pesanti sanzioni.

Continua a leggere

Modalità per richiedere anticipo PAC

Si informano i soci che anche per quest’anno è prevista la richiesta del pagamento anticipato della PAC entro luglio. Le norme che regolano gli anticipi sono il Decreto Legge “Emergenze” n. 44/2019 , il Decreto Legge “Rilancio” n. 34/2020 e il Decreto Legge “Cura Italia” n. 18/2020. La percentuale dell’anticipo è pari al 70% dell’importo stimato sulla Domanda Unica 2020 compreso il greening oppure sul valore del portafoglio titoli al 2019.

Continua a leggere

Uffici chiusi il 23 aprile

Si comunica che giovedì 23 aprile gli uffici di Cia Ferrara sono chiusi in tutta la provincia per la Festività del Patrono.
Il nostro personale sarà nuovamente operativo venerdì 24 aprile.

Apicoltura: spostamenti alveari e sciamatura delle api

Premesso che la Legge n. 313/2004, “Disciplina dell’apicoltura”, considera le api un patrimonio dello Stato per l’elevato contributo che danno all’agricoltura, in particolare l’art. 1 riconosce l’apicoltura quale attività agricola di interesse nazionale, utile per la conservazione dell’ambiente naturale, dell’ecosistema e dell’agricoltura in generale ed è finalizzata a garantire l’impollinazione naturale e la biodiversità di specie apistiche, con particolare riferimento alla salvaguardia della razza di ape italiana e delle popolazioni di api autoctone tipiche o delle zone di confine.

Continua a leggere

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat