FERRARA

NOTIZIE IN PRIMO PIANO FERRARA

Servizi gratuiti per promuovere l’export e l’internazionalizzazione

L’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane è l’organismo attraverso cui il Governo favorisce il consolidamento e lo sviluppo economico-commerciale delle nostre imprese sui mercati esteri. Dal mese di luglio mette a disposizione una serie di Servizi 100% online riservati alla  aziende italiane per il loro percorso di internazionalizzazione e crescita sui mercati esteri.

Continua a leggere

Il nuovo servizio di consulenza per luce e gas

In seguito al passaggio al mercato libero di luce e gas, Cia-Agricoltori Italiani Ferrara propone un nuovo servizio di consulenza gratuito per gli associati, con l’obiettivo di sostenerli nella scelta del fornitore più economico e adatto alle esigenze domestiche e aziendali.

Il servizio è in collaborazione con Biolcatti Prodotti Energetici di Mezzogoro (Fe) che opera con i più importanti partners dell’energia ed è quindi in grado di valutare il contratto di luce e gas esistente attraverso l’analisi delle bollette e di confrontarlo con le altre proposte di mercato per poi consigliare quello più conveniente. La consulenza è completamente gratuita e non vincolante.

Per informazioni le aziende possono rivolgersi direttamente a Biolcatti ai seguenti contatti:
0533-95148 | Mauro 335-7844408 | Massimo 335-6448046 | energiaequa@gmail.com

Partecipazione al Sana Food 2025

Anche quest’anno Cia- Agricoltori Italiani partecipa a SANA FOOD 2025 | 36° Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, che si terrà presso Bologna Fiere dal 23 al 25 febbraio.

Le Aziende interessate dovranno compilare la scheda di adesione da inoltrare debitamente compilata e sottoscritta al presente indirizzo di posta elettronica organizzazione@cia.it entro e non oltre il prossimo martedì 30 luglio. I desk espositivi disponibili saranno assegnati su richiesta e fino ad esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle schede di adesione.

Scarica la sceda di adesione

Assicurazioni sui mezzi agricoli: accolte le modifiche di Cia-Agricoltori Italiani

FERRARA, 21 giugno 2024 – Cia-Agricoltori Italiani Ferrara ha accolto con soddisfazione l’inserimento nel pacchetto di emendamenti del “Decreto Legge Agricoltura” della proroga in materia di assicurazioni dei mezzi agricoli “non circolanti”. Se l’emendamento venisse confermato in fase di conversione in Legge, verrebbe spostato dal 30 giugno al 31 dicembre 2024 l’obbligo di assicurare per la responsabilità civile verso terzi tutti i mezzi agricoli, anche quelli non circolanti su strada o su aree a queste equiparate. Si tratta di un primo passo, davvero importante, che l’associazione auspica venga confermato durante l’iter legislativo, come spiega il presidente di Cia Ferrara, Stefano Calderoni.

Continua a leggere

Actinidia: impianti e metodi colturali: visita in campo

Agia Ferrara organizza la visita guidata “Actinidia: impianti e metodi colturali” all’impianto della Fondazione F.lli Navarra di Ferrara. Si tratta di una preziosa occasione, aperta a tutti gli agricoltori, per conoscere metodi di impianto e tecniche colturali di questo prodotto frutticolo, aperto sia a chi già coltiva kiwi ma anche a chi vuole investire in un nuovo impianto.

Continua a leggere

Bando per la prevenzione danni da Fauna Selvatica

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato il bando per la richiesta di contributi finalizzati alla realizzazione di presidi di prevenzione per danni da fauna selvatica alle produzioni vegetali e zootecniche compresi gli allevamenti ittici . Il bando intende dunque intende concedere contributi alle imprese attive nel settore della produzione agricola primaria, al fine di prevenire danni alle produzioni agricole arrecati dalla fauna selvatica appartenente a specie protette, o da specie il cui prelievo venatorio sia vietato anche temporaneamente per ragioni di pubblico interesse, su tutto il territorio regionale o da specie cacciabili nelle Oasi di protezione, nelle Zone di Ripopolamento e cattura, nei Centri Pubblici di produzione della Fauna Selvatica, nelle zone di Rifugio, nei Parchi e nelle Riserve regionali e nelle aree contigue ai Parchi precluse all’esercizio venatorio.

Continua a leggere

Promuovere la frutta importata come regionale o italiana è una pratica ingannevole

FERRARA, 1 giugno 2024 – La campagna di raccolta delle principali produzioni ortofrutticole sta entrando nel vivo e dopo asparagi e fragole, che stanno concludendo i loro cicli produttivi stagionali, sono in arrivo anche sugli scaffali della Grande Distribuzione i prodotti estivi, dalle ciliegie alle albicocche e poi, nel corso dell’estate, anche le prime pere estive, cocomeri e meloni.

Continua a leggere

I sistemi di difesa attiva dalle gelate

Finalità

Attraverso il percorso formativo saranno acquisiti i principi, le metodologie e gli strumenti tecnico operativi per studiare, organizzare ed investire in impiantistica con funzione antibrina allo scopo di intervenire tempestivamente per contrastare le gelate invernalo e tardive che anche a causa del cambiamento climatico, stanno cagionando ingenti danni agronomici, patrimoniali ed economici  su tutto il territorio nazionale già da alcuni anni su un vasto panorama colturale.

Il cambiamento climatico causa il ripetersi di eventi “estremi” ma sta anche anticipando le fasi fenologiche delle colture rendendole più suscettibili a questi fenomeni. La gelata è un repentino abbassamento della temperatura dell’aria sulla superficie del suolo che spesso si verifica quando il freddo inizia a diventare intenso (intorno ai 0°C). Considerando la gravità dei danni che provoca, ed il costante aumento del fenomeno, rappresenta un grave pericolo per le colture agrarie, in particolare per l’ortofrutta specializzata. A seconda della modalità di trasferimento del calore, le gelate possono essere di due tipi: 1) da irraggiamento (che consiste nell’abbassamento della temperatura per emissione di radiazione infrarossa verso l’atmosfera che viene impedito da nubi o vento) 2) da avvezione che consiste nel trasporto di masse di aria fredda a livello continentale o locale  ad opera del vento che può durare anche diversi giorni. Da recenti studi è stato dimostrato  che “nella gelata” troviamo molto spesso tutte e due le componenti irraggiamento e avvezione.

Attualmente sono presenti diversi metodi di prevenzione e mitigazione da gelate che si distinguono in attivi e passivi; i metodi attivi comprendono irrigazione antibrina, riscaldatori, candele, nebbia ed infine i ventilatori, tra i metodi passivi primeggia la potatura tardiva ed i prodotti ritardanti il germogliamento. Ricordiamo anche lo strumento assicurativo , quando ancora utilizzato

Obiettivi della formazione

– Essere in grado di applicare correttamente e utilizzare con le tempistiche giuste i sistemi di difesa attiva da gelate.

– Conoscere i sistemi irrigui antigelo.
– Sapere scegliere se effettuare l’irrigazione sopra chioma o sotto chioma.
– Comprendere l’importanza della corretta manutenzione degli impianti irrigui.
– Sapere interpretare le analisi sulla qualità delle acque di irrigazione
-Sapere scegliere ed applicare i metodi di filtraggio dalle impurità presenti nelle acque di irrigazione
– Sapere applicare le tecniche per effettuare un’irrigazione sostenibile

REQUISITI DI ACCESSO:

 Addetti agricoli (persone fisiche che in conseguenza dello svolgimento di un ruolo lavorativo, gestionale, tecnico o di controllo presso un’impresa agricola, sono registrate nell’Anagrafe delle imprese agricole dell’Emilia-Romagna in uno dei ruoli previsti dalla tabella Ruoli Persone) che operanti in tutti i comparti produttivi, sono interessati alla difesa attiva dalle gelate per salvaguardare le produzioni frutticole.
VINCOLI E CLAUSOLE DI ADESIONE: Il partecipante si impegna a frequentare un numero di ore maggiore/uguale al 70% del monte ore previsto

ATTESTAZIONE DI FREQUENZA: Al partecipante verrà rilasciato attestato di frequenza a seguito del raggiungimento della percentuale del 70% del monte ore previsto

DESCRIZIONE METODOLOGIE DIDATTICHE

Il percorso formativo potrà fare ricorso ad una o più delle seguenti metodologie didattiche:

1) Lezioni in aula basate sulla trasmissione di concetti, informazioni e schemi interpretativi per acquisire conoscenze anche in contesto laboratoriale. Le lezioni in aula potranno avvenire in presenza, ovvero in collegamento da remoto ovvero in modalità mista.

2) Analisi di casi per contestualizzare e approfondire le conoscenze acquisite durante il percorso d’aula.

3) Osservazioni sul campo/ lezioni in campo, che consentiranno di integrare e approfondire le conoscenze acquisite durante il percorso d’aula attraverso l’osservazione diretta di sistemi di difesa attiva dalle gelate.

4) Esercitazioni sul campo che consentiranno ai partecipanti di acquisire manualità nelle tecniche di attivazione dei sistemi di difesa per i danni da gelata.

Durata totale del corso: 15 ore

MODULO 1 – (Durata in ore 12)

-le diverse tipologie di gelate
-metodi attivi preventivi per contrastare le gelate
-diversi gradi di sensibilità alle gelate da parte delle piante coltivate
– I sistemi di difesa attiva da gelate
– I sistemi irrigui antigelo
-Irrigazione sopra chioma
-Irrigazione sotto chioma
– Nebulizzazione dell’acqua e tempistiche
– Monitoraggio e manutenzione ordinaria degli impianti

MODULO 2 – (Durata in ore 3)

– Qualità delle acque di irrigazione
-Sistemi di irrigazione a risparmio idrico

– Tecniche per effettuare un’irrigazione  sostenibile

MODULO 3 – (Durata in ore 3)
– Filtraggio e pulizia delle acque utilizzate nell’ irrigazione antigelo
– Soluzioni filtranti

MODULO 4 – (Durata in ore 4)
– Lezione in campo/osservazione finalizzata alla conoscenza dei sistemi di irrigazione antibrina e dei sistemi attivi di prevenzione dai danni da gelata (riscaldatori, candele, nebbia, ventilatori)

MODULO 5– VERIFICA FINALE PER L’APPRENDIMENTO (Durata in ore 1)

In una delle ultime due lezioni sarà somministrata la verifica finale d’apprendimento atta a verificare l’acquisizione da parte dei singoli utenti delle conoscenze relative all’oggetto della formazione.

Il test sarà composto da numero 15  domande (che corrispondono ad oltre1/3 di quelle che compongono il data base allegato nella proposta formativa) identificabili nelle due tipologie: “domande a risposte chiusa” (domande a scelta multipla, domande a scelta multipla con soluzioni generali, vero o falso); “domanda a risposta aperta”.

Il corso è GRATUITO per chi ha i requisiti di accesso

INFO Dinamica Ferrara
segreteria.fe@dinamica-fp.it
Tel: 0532-757104

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – mail: emiliaromagna@cia.it PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali –  Whistleblowing policyTrasparenza

WhatsApp chat